PIZZICARMS

Pizzicarms

INFORMAZIONE



project name

Bulgaria: No alla legge contro la violenza domestica

La Bulgaria , presidente semestrale di turno dell´Unione europea, alla vigilia dell´8 marzo , membro di Ue e Nato, non ratificherà la convenzione internazionale di Istanbul sulle misure contro la violenza domestica, misure intese per difendere donne e bambini contro ogni tipo di violenza domestica.

08/03/2018
Leggi fonte


project name

CONGO RD - "Si spingono nativi e migranti gli uni contro gli altri per sfruttare meglio le risorse locali"

Violenze su larga scala etnicamente mirate si stanno verificando in Ituri, con uccisioni, incendi di case, saccheggi e massicci spostamenti della popolazione. Questa violenza copre la volontà nascosta di mettere i diversi gruppi etnici l'uno contro l'altro e sembrano destinati a svuotare queste aree dai loro abitanti per interessi sconosciuti

07/03/2018
Leggi altro



project name

Diritti dei popoli indigeni

Non ci sono solo fiori, piante e animali a rischio di estinzione, ma anche popoli, culture, civiltà. Si tratta dei popoli indigeni o tribali, oltre 300 milioni di persone che abitano in 70 paesi nel mondo e rappresentano oltre 5.000 lingue e culture di tutti i continenti. Le comunità indigene di tutte le latitudini condividono anche identiche tradizioni di negazione del diritto di autodeterminazione, diritto alla propria terra e alle proprie risorse. In molte aree, i popoli indigeni sono minoranze etniche ma, anche laddove costituiscono la maggioranza della popolazione, come in Bolivia o nel Guatemala, sono comunque ridotti a minoranze di fatto.

Leggi fonte

Il Relatore Speciale sui diritti umani delle Nazioni Unite, denuncia attacchi contro chi difende i diritti

Secondo il Rapporto, nel 2017 sono stati assassinati almeno 312 difensori/e in 27 Paesi. Front Line Defenders ha registrato come la maggior parte di loro (67%) lavorasse per i diritti dei popoli indigeni e dell'ambiente, e come l'80% dei casi sia avvenuto in soli 4 paesi: Colombia, Brasile, Messico e Filippine. 170 difensori dei diritti umani e rivendicatori di terre sono stati uccisi in Colombia nel corso del 2017 in mezzo a un'impunità diffusa. Praticamente ogni due giorni un attivista sociale è caduto sotto i proiettili di sicari durante il 2017, principalmente nelle regioni di Cauca, Nariño e Antioquia

27/02/2018

Leggi altro



project name

Rapporto Asilo 2018 della Fondazione Migrantes

Nelle acque del Mediterraneo, la "frontiera" più letale del mondo, il triennio ha registrato un triste record di vittime nel 2016, 5.143, contro le 3.771 del 2015. Nel 2017 il dato è sceso a 3.119; ma rispetto al 2016 è aumentata, sia pure di poco, l'incidenza dei morti sul totale di coloro che si sono imbarcati: oggi perdono la vita nelle acque del Mare Nostrum (ma si tratta sempre di stime per difetto) quasi 2 persone ogni 100 partite, mentre nel 2016 il dato si era attestato su poco più di una su 100.

22/02/2018
Leggi fonte
project name

Congo,bande armate e adesso anche il colera

L'inferno quotidiano della gente nella provincia del Kasai, una delle 26 province della Repubblica Democratica del Congo, è fatto di centinaia le vittime provocati dai gruppi armati che attaccano la popolazione civile oppure che ingaggiano violenti scontri a fuoco con l'esercito di Kinshasa. Sono mercenari, cioè nulla di più lontano dalla figura del "ribelle" che si batte per qualche ideale.

19/01/2018
Leggi altro
project name

Rohingya, ecco le cifre del massacro. MSF denuncia: almeno 6700 uccisi, molti bambini

Sono almeno 6.700 i Rohingya uccisi nel primo mese di repressione dell'esercito del Myanmar nello Stato del Rakhine. A denunciare questo drammatico bilancio è Medici Senza Frontiere (MSF), che parla di stime "prudenti". Il dato è la sintesi di una serie di intervista a 11.426 persone nei campi profughi in Bangladesh.

14/12/2017
Leggi altro
project name

MESSICO - Esodo degli indigeni Tarahumaras per la violenza

La situazione della "Sierra" della Tarahumara sta diventando una emergenza molto più grave di quello che si pensa, in quanto sono numerose le etnie presenti in questo luogo quasi abbandonato del dipartimento di Chihuahua. I 63.000 kmq di foresta e terreno accidentato accolgono decine di comunità e centri indigeni, dove la presenza dello Stato è quasi invisibile. Per questo aumenta la violenza dei Narcos che impongono la trasformazione delle coltivazioni e il reclutamento dei giovani per le bande criminali, fenomeni di fronte ai quali le famiglie preferiscono fuggire.

17/11/2017
Leggi altro
project name

Diamanti e "legname insanguinato"

Un milione fra profughi e sfollati, 5mila vittime e decine di atrocità non raccontate. La guerra civile nella Repubblica Centrafricana dura da 5 anni ed è presentata come un conflitto religioso. Ma la religione non c'entra con la guerra.

19/04/2017
Leggi altro